Richiesta diretta

Se si conosce la banca, basta inviare tramite lettera la propria richiesta d’informazioni alla Direzione dell’istituto in questione, allegando i documenti comprovanti la propria identità (ad es. copia del passaporto), la legittimità dei diritti vantati (ad es. copia del certificato ereditario) e, se disponibili, copia dei giustificativi bancari ecc.
La richiesta diretta ha il vantaggio di coprire anche le relazioni clienti che non sono state comunicate dalla banca come averi senza contatti o come averi non rivendicati. Peraltro la banca può fornire informazioni anche sulle relazioni chiuse, se la chiusura è avvenuta negli ultimi dieci anni (durata prescritta dalla legge per la conservazione degli atti).

Nota bene
Dopo la risposta negativa da parte di una banca, normalmente non è più possibile ritrovare degli averi presso la stessa effettuando una ricerca centralizzata. Una tale ricerca è quindi opportuna solo se sussiste la possibilità che gli averi oggetto della ricerca siano stati depositati presso un’altra banca in Svizzera.

Ritorno alla pagina Ricerca d’averi